Numeri

Cercherò, in maniera spero chiara, almeno per quanto è chiara a me, di dare alcuni numeri sui rapporti di interdipendenza tra i vari elementi nutritivi delle nostre amate piantine acquatiche.

Ovviamente, non essendo agronomo, ne chimico ne altro proporrò solo quanto 'imparato' da altri e confermato da prove pratiche di utilizzo nelle mia vasche.

Vista le difficoltà con cui mi sono già imbattuto e, vista anche l'economicità di alcuni prodotti commerciali (specie se acquistati in confezioni formato famiglia da 5 litri) tratterò solo i Macro ed i Meso elementi.
Vi consiglio di utilizzare per Ferro e Micro elementi singoli prodotti commerciali che contengano tutte le tipologie già in buone proporzioni, idonee per l'uso acquaristico e, secondo me, soprattutto in forma chelata.

Partiamo dalla classica denominazione NPK ossia Azoto (N), Fosfato (P) e Potassio (K).

Partendo dal peso secco rilevato nelle piante abbiamo una concentrazione

  N/P/K -> 7/1/10 (concentrazioni ideali)

 

  NO3 => 14,003 + 15,999*3 => 62 (peso atomico N + peso atomico O3)
  PO4 => 30,973 + 15,999*4 => 94,969 (peso atomico P + peso atomico O4)

in una molecola di NO3 abbiamo 14.003/62 => 0.225 di N
in una molecola di PO4 abbiamo 30.973/94.969 => 0.326 di P

  0.225/7 => 0.032
  0.326/1 => 0.326


quindi rapporto 10:1 -> 10*NO3 : 1*PO4

Bene, ora quanto Potassio bisogna inserire rispettando le proporzioni dette sopra ?

Se in una molecola di NO3 abbiamo 0.225 di N basterà fare 0.225 diviso 7 per 10 = 0.3214 quindi, dopo aver misurato gli NO3 presenti in vasca moltiplicare tale valore per 0.3214

Supponendo di avere 10mg/l di NO3

  10 x 0.3214 = 3.124mg/l di K


Si potrebbe anche fare il calcolo tramite la concentrazione di Fosfato

Se in una molecola di PO4 abbiamo 0.326 di P basterà fare 0.326 diviso 1 per 10 = 3.26 quindi, dopo aver misurato i PO4 in vasca moltiplicare tale valore per 3.26

Come vedete le approssimazioni contano parecchio però, noi siamo acquariofili non geometri o chimici (e che le due categorie mi perdonino)

Vediamo adesso i due Meso elementi Calcio (Ca) e Magnesio (Mg)

Tra di loro è raccomandata una relazione pari a circa 4:1 rispettivamente

Considerando che conviene mantenere il Potassio in concentrazioni inferiori al doppio della concentrazione del Calcio ricaviamone un procedimento logico

Partiamo da un acqua con un GH medio buono di 8, considerando che, se ben composta avrà un rapporto tra calcio e magnesio di 4:1 e considerando che:

  1 dGH = 7.158 mg/l di Ca
  1 dGH = 4.341 mg/l di Mg


avremo, con GH 8, una percentuale di Calcio pari a 40.8mg/l e di Magnesio pari a 9.9mg/l

Considerando quanto detto e che è il potassio difficilmente da effetti dannosi se in eccesso (ma non troppo):

  NO3 - PO4 - K - Ca - Mg -> 10 - 1 - 30 - 40 - 10 mg/l


continua ...

Luigi